Nicolò Paoli nasce a Mirandola, nei pressi di Modena, nel 1980, vive e lavora a Genova. Ha frequentato la Facoltà di Architettura a Genova, città dove si è successivamente formato all’Accademia Ligustica di Belle Arti.

Pittore, grafico, fotografo, performer pratica una terra di mezzo in cui l’agreste familiarizza con il metropolitano, l’incontaminato con il postnucleare, il reale con il fantascientifico. Soggetto creativo dalle sfaccettature multiple, tende a spezzare schemi accademici, comportamentali e sociali convenzionali, affrontando una mostra come espressione e al tempo stesso liberazione dalle sue ossessioni.

Nella sua opera la fotografia, tendente al bianco e nero, e la pittura, tendente al bianco, convivono, come suoi specifici.

Accanto alle immagini, anche i materiali rivestono un ruolo di primo piano non solo a livello estetico-sensoriale, ma anche processuale, attraverso la trasformazione, nel tempo, della pelle dell’opera, tramite affioramenti di ossidazioni del supporto metallico, incrostazioni di resine, sgocciolature, spruzzi di colle e vernici.

Homepage